Chiedi Informazioni: +39 0331 946972
benvenuti_nel_blog_di_that_aviation

THAT! BLOG

  • Home
  • Blog
  • LO SAPEVATE CHE….? PICCOLE CURIOSITA’ SUL MONDO DELL’AVIAZIONE... TU CHIEDI E THAT! RISPONDE

LO SAPEVATE CHE….? PICCOLE CURIOSITA’ SUL MONDO DELL’AVIAZIONE... TU CHIEDI E THAT! RISPONDE


Quante volte, salendo su un aereo di fronte a piccole cose per noi inspiegabili, ci siamo chiesti “come mai?”
Con questo articolo THAT! vuole provare a fornire le risposte ad alcune delle domande più comuni che tutti i passeggeri di un volo, prima o poi si sono posti. E aggiungiamo anche qualche curiosità in senso più ampio sul mondo degli aerei e di tutto ciò che gli gira intorno.

Buona lettura!

Perché spesso gli aerei girano in tondo prima di atterrare?
Nella maggioranza dei casi, per disposizioni della Torre di controllo in aeroporto, in base allo slot per dare la precedenza a un altro aereo in partenza o in atterraggio; a causa della presenza di animali o oggetti sulla pista o ancora a causa di raffiche di vento particolarmente forti. 

A che velocità atterra un aereo?
Un boeing B737 atterra a una velocità media di circa 240/260 km/h.

I piloti mangiano mentre sono in servizio?
Certamente, ma non mangiano quello che mangiano i passeggeri e pilota e co-pilota mangiano cibi diversi per ridurre al minimo il rischio di eventuali intossicazioni.

Perché i piloti non hanno la barba?
I piloti non hanno né barba, né baffi. Come mai? Come per tutti i corpi militari sono banditi barba, baffi e piercing. Non è solo per una questione di decoro, ma soprattutto per una questione di sicurezza. Infatti in caso di emergenza la maschera dell’ossigeno deve aderire perfettamente al volto. Il viso deve, quindi, essere totalmente libero.

E’ richiesta un’altezza minima per fare il pilota?
La risposta è sì: 165 cm per gli uomini e 161 cm per le donne.
L’altezza è requisito indispensabile per poter arrivare ai comandi e poter manovrare agevolmente l’aereo.

Perché i piloti portano la divisa?
La divisa dei piloti nasce negli anni ’30 quando la compagnia aerea statunitense Pan Am ha capito che una divisa di tipo militare tranquillizzava i passeggeri e l’ha fatta indossare per prima ai suoi piloti.
E’ stata la Marina Militare americana a disegnare e riadattare la propria con l’inserimento di alcuni gradi sui polsi, in base all’esperienza del pilota. L’esperienza ebbe così largo successo che fu adottata anche da tutte le altre compagnie di aviazione.

Si può aprire un portellone in volo?
Assolutamente no! A un’altezza di 10.000 metri la pressione della cabina è più forte di quella esterna; per aprire il portellone ci vorrebbe, quindi, una forza sovrumana.

Perché c’è un buco nell’oblò?
L’oblò è composto da tre pannelli, il forellino è presente nel pannello centrale e serve a convogliare la pressione della cabina dal vetro interno – in plastica – verso quello esterno – in vetro.
Inoltre, rilascia l’umidità dell’aria compresa fra i pannelli e impedisce che si formino “nuvolette” e ghiaccio fuori dal finestrino permettendo la visibilità.
I pannelli sono tre perché, in caso di rottura, quello intermedio assume le funzioni di quello rotto.

Perché gli oblò sono rotondi?
Gli oblò hanno forma ovale per contrastare al meglio la forza di decompressione.

Lo sapevi che alcuni aerei hanno le ali come quelle di un gabbiano?
Hai capito bene! L’Airbus A350 XWB, la cui cellula è composta per più del 70? materiali riciclati, ha ali lunghe 32 metri a forma di ali di gabbiano. In questo modo può avere una grande deportanza e riduce l’attrito con l’aria, con un notevole risparmio di consumo di carburante.

Che durata in termini di ossigeno hanno le maschere in dotazione sugli aerei?
Le maschere hanno un’autonomia di 15 minuti, tempo indicativo ritenuto sufficiente e necessario, in caso di emergenza, per permettere al pilota di portare l’aereo a un’altezza di 3000 metri in cui la respirazione è più agevole.

Lo sapevi che esiste un aeroporto “dedicato” a Batman?
Hai capito bene! Si trova nel Sud-Est della Turchia. E’ servito da Turkish Airlines e accoglie i visitatori dell’Anatolia ma è solo una coincidenza, perché il suo nome non è dovuto al supereroe dei fumetti, bensì alla sua localizzazione geografica, perché si trova nella provincia di Batman, dove confluiscono i fiumi Tigri e Batman.

Quali sono i voli più breve e più lungo del mondo?
Il volo più breve è il volo da Westray a Papa Westray, in Scozia: meno di due minuti - atterraggio compreso!
Quello più lungo è certamente il volo da Sidney a Dallas per un totale di 15 ore e 25 minuti.

Quali sono i voli più breve e più lunghi effettuati da THAT! ?
Il volo più breve contrattato da That Aviation Italia è da Glasgow a Islay con un aeromobile SAAB 2000 turboelica da 50 posti, della durata di 15 minuti circa. Il volo più lungo è da Milano Malpensa a Recife con Boeing B757 da 60 posti in full business class per un totale di 10 ore di volo.

Perché si chiama “scatola nera” se è arancione?
Si chiama così perché sui primi aerei, tra gli anni ’40 e ’50, era nera per proteggerla dalla luce che avrebbe potuto rovinare la pellicola fotografica usata a quei tempi per memorizzare i dati. Oggi è arancione per rintracciarla più facilmente tra i detriti di un incidente o sul fondo dell’oceano.

Da cosa sono composte le scie lasciate dagli aerei?
Le scie degli aerei non sono composte da gas di scarico ma da tracce di condensazione dell’acqua dovute al vapore acqueo prodotto dai reattori che, una volta entrato in contatto con l’aria fredda, si trasforma in goccioline. Proprio come le nuvole!

Gli aerei hanno la retromarcia?
In realtà alcuni aerei sono dotati di inversore di spinta e può viaggiare all’indietro ma è una manovra che viene usata molto raramente. Per effettuare le manovre e lasciare il proprio posto sulla pista viene utilizzato un apposito mezzo che prende il nome di “push” che spinge l’aereo all’indietro con una manovra che prende il nome di “pushback”.
 
Lo sapevi che è possibile atterrare sotto il livello del mare?
Hai capito bene! Se voli ad Amsterdam, atterrerai all’aeroporto di Schipol che si trova a 3,35 metri sotto il liv
ello del mare. Ma tranquilli, maschera e pinne non sono necessari!

Lo sapevi che per alcuni mercati è indispensabile il latte fresco a bordo?
Per motivi pratici ed economici, normalmente a bordo degli aerei non si trova latte fresco ma per il mercato UK e irlandese, questo non vale: è indispensabile! Un passeggero britannico non può bere il suo tè senza latte fresco. Provato da THAT!

Lo sapevi che alcuni aeroporti possono essere interamente personalizzati?
In casi molto particolari, legati a eventi speciali come incentive e convention, alcuni aeroporti possono consentire la personalizzazione dell’intera area consentendo un’esperienza unica e inimitabile. Provato da THAT!


That Aviation Italia: Passione per il volo.
Contattaci per informazioni e richieste di preventivo.



Condividi l'articolo:

* Questi Campi sono Obbligatori.

Latest testimonial

THAT! offers the best air travel solutions. Forte di una vasta esperienza al servizio dei propri clienti, garantisce proposte ottimali in termini di operatività qualità e prezzo.

Contattaci per altre informazioni o sulle nostre promozioni
Contatti
Scrivici

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati Personali

© 2018 «THAT AVIATION ITALIA SRL». Sede legale: via Palestro, 7 20013 Magenta (MI) Italia P.IVA 09246270962 - Credits